Regione Puglia

Palazzo Romanello - Via Ramis

Ultima modifica 17 giugno 2020

Il palazzo già nel Seicento era abitato dalla famiglia Romanello. Al suo interno era presente un oratorio privato con altare consacrato, testimoniato dalla presenza di una pietra sacra che fu rimossa negli anni Sessanta dall’Arciprete Don Giuseppe Ferenderes su segnalazione del proprietario Emilio De Salve. Alla famiglia è appartenuto il sindaco del 1679 Cristiano Romanello e il sacerdote Don Antonio Romanello. Nell’Ottocento il palazzo è passato ai Trani, poi ai Lopez e infine è stato comprato dai De Salve.

Riferimenti bibliografici
O. Seclì, Parabita nel '700-Dinamiche storiche di un secolo, Edizioni "Il Laboratorio", Parabita, 2002