Regione Puglia

Palazzo Nicolazzo - Via Dottor Cataldi

Ultima modifica 17 giugno 2020

Il palazzo in seguito all’acquisto dello spazio demaniale delle mura ad esso contigue, è stato ampliato con due stanze che affacciano su Via Vittorio Emanuele II.

Nel Settecento il palazzo apparteneva alla famiglia Nicolazzo, giunti da Taviano in seguito al matrimonio di Angelo Nicolazzo con Anna Teresa Agrosì, la cui famiglia aveva posseduto il palazzo nel Seicento. Nella famiglia si sono susseguiti per generazioni sacerdoti, tra i quali Don Giovanni Nicolazzo, ricordato per essere stato processato dalla Corte Ducale di Parabita per essere stato visto recarsi in casa di una vicina quattro ore dopo il tramonto. Nell’Ottocento il palazzo è passato a Vito Cataldi e nel Novecento a Don Giorgio Cataldi e poi alla nipote Raffaela Martignano. Attualmente è rimasto disabitato.

Riferimenti bibliografici
O. Seclì, Parabita nel '700-Dinamiche storiche di un secolo, Edizioni "Il Laboratorio", Parabita, 2002